Perse nel cuore dell’Atlantico, lontane da tutto e incontaminate, 9 isole vulcaniche che il tempo ha trasformato in un rigoglioso giardino. Le Azzorre sono il luogo ideale per immergersi nella natura più selvaggia, ammirare le balene, respirare l’atmosfera più rilassata del mondo 

L’arcipelago delle Azzorre, Regione autonoma del Portogallo, ha anche oggi l’aria malinconica e affascinante di un avamposto nel nulla, una splendida zattera in mezzo all’Atlantico coperta di fiori. L’Atlantico vi abbraccia a perdita d’occhio, spumeggiante per migliaia di chilometri in ogni direzione, regalando un senso di vertiginosa libertà. Le isole principali sono nove e nonostante Faial sia una delle più visitate, il flusso turistico è comunque ridotto rispetto ad altre destinazioni.

Le Azzorre sono briciole di terra vulcanica che tempo e isolamento hanno trasformato in un giardino, con temperature miti per gran parte dell’anno. Dire che si tratta di luoghi rigogliosi è poco. Il verde dei prati, con gli animali al pascolo come in uno scenario montano, si alterna all’azzurro delle ortensie, addolcisce il profilo delle scogliere, veste come un manto buono le cicatrici dell’antico passato vulcanico. Coni e crateri sono riconoscibili ovunque, mentre le spiagge sono fatte per lo più di sabbia nera.

 

Condizioni climatiche permettendo, il panorama che si ammira dal monte Pico (che coi suoi 2.351 m è la montagna più alta delle Azzorre e di tutto il Portogallo) è fra i più spettacolari dell’arcipelago. Un’emozione che bisogna guadagnarsi, però, dato che raggiungere la cima richiede un faticoso trekking di alcune ore. Salendo, le altre isole baluginano nell’azzurro coi loro villaggi, insieme alle migliaia di storie di terre promesse e marinai che hanno incrociato qui i loro destini. C’è attorno un’atmosfera di pace e lontananza da tutto, mentre le nubi vanno e vengono portandosi via la cima del vecchio vulcano. Alla fine, tutto diventa un mare di vapore rosato su cui splende il sole. La parola più giusta, ancora una volta, è armonia.

PRIMO GIORNO  
Partenza - Terceira - Angra do Heroismo 
Partiamo per l'isola di Terceira, che deve il suo appellativo di "Isola Lilla" alle suggestive distese di glicini che la ricoprono. La seconda isola per estensione dell'arcipelago delle Azzorre è un crogiolo di tradizioni particolarissime, come le "touradas de corda", spettacolari forme di tauromachia non violenta. Incontriamo la guida locale parlante italiano, che ci seguirà per tutta la durata del viaggio, prima della cena. Se il tempo ce lo permette, possiamo fare una passeggiata ad Angra do Heroismo, l'antico capoluogo delle Azzorre, per ammirare i nobili palazzi e le chiese riccamente decorate, la Igreja da Misericordia, con la delicata facciata bianca e blu rivolta al mare, e la Sé Catedral do Santissimo Salvador, con la statua di papa Giovanni Paolo II. 


SECONDO GIORNO
Terceira 
Dedichiamo la giornata a scoprire questa incantevole isola dalle numerose tracce di attività vulcaniche, come fumarole, colate di lava e punti di esalazione di gas solforosi. Partiamo da una sosta al Monte Brasil per godere di una magnifica veduta panoramica di Angra do Heroismo, antica città coloniale il cui centro storico, praticamente integro, è posto sotto tutela dell'Unesco. Proseguiamo per Praia da Vitoria dove pranziamo. Nel pomeriggio scopriamo la costa settentrionale dell'isola con le sue chiese coloniali ed i tradizionali "imperios", bellissime cappelle colorate dedicate al culto dello Spirito Santo. Rientriamo in hotel nel tardo pomeriggio e ceniamo in serata. 


TERZO GIORNO
Terceira - Faial - Horta 
In mattinata ci trasferiamo in aeroporto e voliamo verso l'isola di Faial, conosciuta anche come "Isola Blu" dal colore intenso delle ortensie che nei mesi di fioritura fanno da cornice a strade e campagne. Al nostro arrivo, visitiamo questa incantevole isola: la Caldeira, un cratere vulcanico estinto orlato di ortensie azzurre; il Capelinho, dove possiamo ammirare gli effetti dell'eruzione vulcanica avvenuta nel 1957, un'area classificata come Paesaggio Protetto di elevato interesse geologico e biologico. Visitiamo il Faro e il Centro di Interpretazione, un museo interattivo che ricostruisce la storia delle Azzorre, come si sono formate e spiega i diversi tipi di eruzione. Pranziamo in libertà e nel pomeriggio possiamo fare una passeggiata individuale nella capitale dell'isola, Horta, città cosmopolita e affascinante, e raggiungere la baia di Porto Pim, il vecchio porto dei balenieri, o in alternativa possiamo scegliere un'escursione facoltativa per effettuare l'avvistamento delle balene e dei cetacei. Ceniamo in serata. 


QUARTO GIORNO
Pico 
Dopo un breve tratto in traghetto dal porto di Horta, la giornata ci porta a scoprire l'Isola di Pico: la grandiosa montagna dai lisci pendii che la domina e le rocce vulcaniche che ne orlano il litorale le hanno valso il nome di "Isola Grigia". Sbarchiamo sull'isola e partiamo verso le Adegas, i villaggi nella parte settentrionale dell'isola dove sorgono le cantine del vino Pico, proseguiamo verso Lajes per visitare il museo dedicato ai balenieriche usavano l'isola come base per le spedizioni in oceano aperto, e pranziamo in corso di escursione. Tornando verso Maddalena, ammiriamo il panorama offerto dalle distese di vigneti dichiarati patrimonio UNESCO, ci fermiamo a visitare uno dei pittoreschi mulini rossi, e rientriamo a Faial. La cena è libera. 


QUINTO GIORNO
Faial - São Miguel - Ponta Delgada 
In mattinata ci trasferiamo in aeroporto per il volo verso São Miguel, la più grande e rappresentativa isola dell'arcipelago, disseminata di coltivazioni di tè e ananas, e ricca di laboratori di ceramiche lavorate e di liquore di maracuja. Ovunque si vedono crateri vulcanici riempiti d'acqua che caratterizzano il paesaggio e sorgenti termali dalle proprietà curative. In base all'orario del volo, al nostro arrivo facciamo una passeggiata nel centro storico di Ponta Delgada, sede del governo delle Azzorre, nata come villaggio di pescatori nel XV secolo e poi abitata dalla borghesia che ne sviluppò l'economia commerciando cereali, arance e ananas con Portogallo, Italia, Gran Bretagna e con le Fiandre; oggi offre una vita ricca e vivace, e ricchi e lussureggianti giardini dalla vegetazione subtropicale. Pranziamo in libertà e ceniamo in serata. 


SESTO GIORNO
São Miguel - Furnas 
Scopriamo l'"Isola Verde", la più grande delle Azzorre, chiamata così per le infinite distese di prati, boschi e lagune che ricoprono tutta l'isola. Dedichiamo la giornata alla visita di Furnas: la vallata è verde e rigogliosa, l'attività geotermica è ancora molto vivace e vi sgorgano decine di sorgenti termali. La più abbondante forma un enorme lago che costituisce il cuore di uno dei parchi più belli d'Europa, il Parque Terra Nostra, con numerosissime formazioni vulcaniche. Pranziamo in ristorante e degustiamo il famoso "cocido", una specialità a base di carne preparata sfruttando l'acqua bollente delle sorgenti termali. Nel pomeriggio proseguiamo per Ribeira Grande, il centro più importante della costa settentrionale dell'isola. Sostiamo per visitare le famose piantagioni di tè dell'isola, le uniche in Europa. Ceniamo in libertà. 


SETTIMO GIORNO
São Miguel - Sete Cidades 
Ci dirigiamo verso la Caldeira de Sete Cidades: la più impressionante delle Azzorre con i suoi famosi laghi, passando attraverso un mosaico di campi di granoturco e pascoli rigogliosi che si estendono fino al mare, le strade puntellate di ortensie e cedri giapponesi. Raggiungiamo il punto panoramico Vista do Rei da cui si gode della vista più sconfinata sulla caldeira, che misura fino a 5 km di diametro nel suo punto più ampio. È dichiarata Parco Nazionale, circondata da cespugli di ortensie in fiore, il cui enorme cratere vulcanico ospita due famosi laghi, dalle acque uno blu (Lagoa Azul) e uno verde (Lagoa Verde). Pranziamo in libertà. Nel pomeriggio vi consigliamo di effettuare l'escursione facoltativa alla bellissima Lagoa do Fogo, un lago incastonato tra le più alte cime dell'isola, punteggiato da spiagge di sabbia bianchissima (escursione soggetta alle condizioni meteorologiche). Rientriamo a Ponta Delgada nel tardo pomeriggio e in serata ceniamo. 


OTTAVO GIORNO
Saõ Miguel - Rientro 
Ci trasferiamo all'aeroporto per il rientro. 

  • Info Documenti

    Documenti Necessari

    Carta di identità valida per l'espatrio
  • Info Fuso

    Fuso Orario

    - 2 ore rispetto all'Italia
  • Info Visti Tasse

    Visti o Tasse

    Non necessario per soggiorni turistici
  • Info Moneta

    Moneta

    Euro
  • Info Sanita

    Cosigli Sanitari

    nessuna vaccinazione obbligatoria richiesta
  • Info Lingua

    Lingua Ufficiale

    Portoghese

Sistemazione

Hotels 4 stelle

La quota comprende

  • Trasporto in pullman Gran Turismo e accompagnatore. In alcuni paesi è prevista la presenza di accompagnatori guide locali parlanti italiano.
  • Sistemazione negli alberghi indicati, o similari, in camera doppia.
  • I pasti indicati nel programma, bevande escluse salvo ove diversamente indicato.
  • Le visite guidate indicate nel programma, ad eccezione di quelle facoltative. Le altre visite sono con l’accompagnatore.
  • Eventuali battelli e passaggi in nave indicati nei programmi. In Scandinavia è prevista la sistemazione in cabine doppie interne con servizi.
  • Tasse e percentuali di servizio.

Formula aereo+bus

  • Trasporto aereo con voli di linea come da programma in classe economica con posti limitati (in caso di mancanza di disponibilità e per prenotazioni in classi superiori verrà richiesto un supplemento il cui importo verrà comunicato in fase di prenotazione).
  • I trasferimenti dall’aeroporto di destinazione all’albergo e viceversa, nei giorni di effettuazione del viaggio.

La quota non comprende

  • Le bevande ai pasti.
  • Facchinaggi, mance ed extra di ogni genere.
  • Le escursioni facoltative.
  • Salvo eccezioni evidenziate alla pagina del programma, non sono incluse le entrate a: musei, ville, castelli, monumenti e scavi archeologici, anche quando la visita si svolge da programma, all’interno di edifici che prevedono l’ingresso a pagamento. (Per le escursioni facoltative gli ingressi sono invece inclusi).
  • Spese ottenimento visto, se necessario. Eventuali costi e modalità sono descritti nelle pagine introduttive delle varie destinazioni e nelle tabelle prezzi dei singoli viaggi.
  • Tasse aeroportuali italiane ed estere, tasse di sicurezza, fuel (carburante) e crisis surcharge.
  • Assicurazione
  • Tutto quanto non espressamente indicato ne “La quota comprende”.
  • C.I.P. COSTO INDIVIDUALE di PRENOTAZIONE di Euro 40,00 a persona.

Nota bene

Nei periodi festivi (Ponti, Ferragosto, Natale, Capodanno, Epifania e Pasqua) il programma delle visite potrebbe subire modifiche per chiusura di alcuni musei o per l’organizzazione del veglione. Eventuali modifiche verranno comunicate al momento della prenotazione o con l’invio dei documenti di viaggio. 


Mezza Pensione

Periodo di Riferimento

Partenze dal 02 Giugno 2018
al 08 Settembre 2018

Tipologia Viaggio

  • AEREO
  • PULLMAN
  • NAVE

Prezzo a Persona

A PARTIRE DA 2.030,00